“La città dei vivi” | Intervista a Nicola Lagioia 5 Febbraio 2021 – Posted in: Interviste

“La città dei vivi” di Nicola Lagioia, Einaudi

Nel marzo 2016, in un anonimo appartamento della periferia romana, due ragazzi di buona famiglia di nome Manuel Foffo e Marco Prato seviziano per ore un ragazzo piú giovane, Luca Varani, portandolo a una morte lenta e terribile. È un gesto inspiegabile, inimmaginabile anche per loro pochi giorni prima.

Nicola Lagioia segue questa storia sin dall’inizio: intervista i protagonisti della vicenda, raccoglie documenti e testimonianze, incontra i genitori di Luca Varani, intrattiene un carteggio con uno dei due colpevoli. Mettersi sulle tracce del delitto significa anche affrontare una discesa nella notte di Roma, una città invivibile eppure traboccante di vita, presa d’assalto da topi e animali selvatici, stravolta dalla corruzione, dalle droghe, ma al tempo stesso capace di far sentire libero chi ci vive come nessun altro posto al mondo.

“Soltanto la realtà può permettersi il lusso di essere così inverosimile”

“Questa vicenda testimonia molto come siamo cambiati. (…) I concetti di libero arbitrio, presa in carico della propria colpa sono saltati. Prato e Foffo si raccontano come se fossero soverchiati da forze superiori. (..) Noi viviamo nel cosidetto antropocene, una delle epoche più fuori controllo dalla nostra portata. Anche questo può essere segno dei tempi, due assassini a loro insaputa.”

“Scrivo di solito dalle 5.00 alle 10.00. Ho una gestione del tempo molto disciplinata, alla Moravia. (…) Dal punto di vista emotivo mi sentivo parte in causa, come se riguardasse qualcuno della mia famiglia. (…) Per quattro anni ho girato per Roma come in trance.”

“Se Roma è una malattia, io me la sono presa. Roma è duplice: invivibile e traboccante di vita. (…) C’è un cinismo insopportabile dietro il quale si nasconde una forma di saggezza che non c’è in città più giovani, che nulla dura e noi siamo soltanto di passaggio.”

Questa è l’intervista che abbiamo realizzato durante la diretta del 4 novembre 2020 su Radio Elettrica.