Cart 0
30

UN ITALIANO VERO. LA LINGUA IN CUI VIVIAMO , ,

Una lingua che cambia è una lingua che si sporca? I neologismi deturpano il nostro vocabolario o lo arricchiscono? Dobbiamo preoccuparci per lo stato di salute della grammatica e per il suo futuro? Di questo parla Antonelli nel suo nuovo libro e ha idee molto chiare in merito. L’italiano perfetto non esiste. Una lingua viva per sua natura si evolve continuamente. Se così non fosse sarebbe destinata a morire. I cambiamenti che avvengono sono legati all’uso che i parlanti fanno della lingua stessa.

 

Le modifiche più evidenti degli ultimi anni derivano dall’evoluzione tecnologica: chat, messaggi, e-mail e social network. Ormai tutti noi non solo parliamo quotidianamente l’italiano, ma lo scriviamo. Se da una parte il digitare frenetico sulle tastiere degli smartphone ha portato a un uso smodato di abbreviazioni e a un abbandono della punteggiatura, d’altro canto ha riavvicinato le persone alla scrittura, passata di moda dopo l’avvento del telefono.

Antonelli attraverso i cambiamenti della nostra lingua ci racconta la società di ieri e di oggi. Al termine della lettura dei simpatici test ci rivelano il nostro grado di conoscenza della lingua italiana in tutti i suoi aspetti.

VOTO 30 FERMATE: È un libro che tratta un argomento complesso e affascinante in modo chiaro e divertente. Gli aneddoti e le battute di cui è pieno fanno sì che si legga abbastanza velocemente senza dover stare nella silenziosa concentrazione di una biblioteca o di un’aula studio.

CITAZIONE: Bisogna farsene una ragione: il purismo alle lingue fa male. Cercare di arrestare artificialmente l’evoluzione di una lingua significa indebolirne l’indole fino a metterla a repentaglio. […] In quest’ottica va visto il ricorso, talvolta inevitabile, alle parole d’origine straniera e ad alcuni neologismi, indispensabili per fare dell’italiano una lingua moderna.

Flaminia Gambini

Anno

2016

Pagine

260

Casa Editrice

Rizzoli

Be the first to review “UN ITALIANO VERO. LA LINGUA IN CUI VIVIAMO”