Letture Metropolitane incontra Goodbook.it 10 ottobre 2016 – Posted in: Interviste

Girovagando per il web alla ricerca di novità interessanti nel mondo dell’editoria e dei libri, mi sono imbattuta in GoodBook.it e ho pensato: “ma che idea geniale è questa?!”. Praticamente è un servizio che permette agli utenti di prenotare online dal portale libri e dvd per poi ritirarli e pagare in una libreria indipendente a loro scelta in tutta Italia. Quindi si “dribbla” Amazon e in più si ha la possibilità di mantenere un sano e proficuo rapporto con i mitici librai, che sanno sempre coccolare e consigliare.

Ho capito che dovevo saperne di più e ho fatto due chiacchiere con Serena Anselmini di GoodBook.it. Enjoy!

come-funziona2

Domanda banale ma utile: come è nata l’idea di GoodBook.it?

GoodBook.it è nato per fornire ai librai un servizio utile e al passo con i tempi. Crediamo infatti che sia ormai importantissimo per tutte le librerie, anche le medio-piccole, essere presenti sul web in modo efficace. Inoltre, in quanto portale delle librerie indipendenti, crea una rete tra di loro.

Spiegate come funziona GoodBook.it nella maniera più semplice possibile.

Il lettore prenota libri o dvd, decide in quale libreria indipendente d’Italia ritirare e pagherà al momento del ritiro senza spese di spedizione. Semplice, no?

Perché coinvolgere i librai e le librerie indipendenti nell’acquisto online?

Perché è importantissimo per una libreria essere anche in rete. Una libreria attualmente non può più permettersi di guardare con timore il web e vederlo come una minaccia, deve renderlo un proprio alleato. GoodBook.it dimostra che questo è possibile unendo due cose che apparentemente, e solo apparentemente, sembrerebbero in antitesi tra di loro: il web e la frequentazione fisica della libreria. Grazie a GoodBook.it infatti un libraio riesce a offrire ad un proprio cliente gli aspetti positivi del web senza rinunciare al rapporto diretto e alla frequentazione della libreria fisica.

Come stanno reagendo gli utenti?

Gli utenti stanno reagendo molto bene, sono sempre di più, in tutta Italia, e non può che farci piacere! Apprezzano il poter prenotare comodamente da casa, consultando tranquillamente il catalogo con tutti i libri e dvd in commercio, scoprendo le novità o i consigli dei librai del circuito. In questo modo hanno la certezza di trovare subito il libro che desiderano quando passano in libreria. Inoltre chi utilizza GoodBook.it apprezza molto la possibilità di utilizzare il portale senza dover rinunciare ai preziosi consigli e al supporto del libraio: l’unione del web e del libraio in carne ed ossa, ti sembra poco?! Seguono molto i nostri consigli anche sui canali social, ottiene sempre un grande successo la nostra recensione settimanale disegnata, vi consiglio di dare un’occhiata!

recensione-disegnata-goodbook

E le librerie? Accoglienza o diffidenza?

Abbiamo percepito diffidenza da parte di quelle librerie che sono in qualche modo intimorite dal web. Alcune ci hanno risposto che non avrebbero aderito al circuito altrimenti avrebbero spinto i propri clienti in Internet facendogli conoscere Amazon. La cosa ci fa un po’ sorridere perché non credo che Amazon abbia bisogno di noi per farsi conoscere, lo conoscono già tutti a prescindere. Ma fortunatamente ci sono anche librerie che invece capiscono quanto possa aiutare il web e quanto sia controproducente chiudere gli occhi e far finta che non esista. Quest’ultime hanno accolto GoodBook.it a braccia aperte, hanno percepito immediatamente la sua importanza e riescono a sfruttarlo molto bene.

libraio-superiore-a-amazon

I giovanissimi sono un pubblico difficile da raggiungere per il mercato dei libri: come potrebbe essere utile in questo GoodBook.it?

Unendo appunto web e tradizione, GoodBook.it è un ottimo mezzo per avvicinare il pubblico dei giovanissimi, abituato ad interfacciarsi con pc e mobile, alle librerie. Inoltre cerchiamo sempre di trovare modi originali per proporre i libri e la lettura. Tempo fa, per esempio, abbiamo organizzato degli ApeBook: nel locale coinvolto era possibile avere l’aperitivo e il libro presentato durante la serata al costo di 10euro. Un aperitivo con libro! Oppure le stesse recensioni disegnate che proponiamo ogni mercoledì sui nostri canali social sono un modo diverso dal solito, forse più immediato, per capire di cosa tratta il libro proposto. Riteniamo insomma che sia necessario pensare a nuove modalità di promozione alla lettura.

10726486_10204886032140565_1923578475_n

Tre letture che consigliereste tra le novità del momento.

Consiglierei sicuramente Le ragazze di Emma Cline, l’attesissimo romanzo ispirato alla “family” di Charles Manson. Grandissimo successo in America, finalmente è arrivato anche in Italia edito Einaudi. Passando poi alle graphic novel, è uscito il nuovo lavoro di Paul Hornschemeier, edito Tunué, La vita con Mr. Dangerous ci fa seguire Amy, una normalissima ragazza di ventisette anni che fa un lavoro che non ama, ha appena scaricato il suo fidanzato, si distrae guardando e riguardando le repliche di un cartone animato surreale e adora il suo gatto e sua madre. La forza di questa storia è proprio nella normalità di Amy, potremmo essere noi! Infine Tutto il nostro sangue di Sara Taylor, edito Minimum Fax. L’autrice sarà impegnata in un tour di presentazione in Italia proprio a partire dal 13 ottobre quindi quale miglior occasione per scoprire il libro!

Quali sono le prossime iniziative di Goodbook.it?

Sabato 19 novembre saremo a BookCity, a Milano, proporremo una tombolata letteraria! Avete presente la classica tombolata?! Sarà la stessa cosa ma al posto dei numeri ci saranno i libri. Ci saranno gli autori, gli editori, faremo letture, si chiacchiererà di libri e ovviamente li si potrà anche vincere! La partecipazione alla tombolata è gratuita, se siete interessati basta iscriversi mandando una mail a info@goodbook.it. Vi aspettiamo quindi a partire dalle 15.30 a Milano, al Teatro Franco Parenti! Per i dettagli e per seguire tutte le altre nostre iniziative o i consigli di lettura ci trovate anche in Facebook, Twitter e Instagram!

Grazie mille a Serena Anselmini di GoodBook.it!

Mind The Book!

Flavia Capone